COSE BELLE


L'ultimo post era davvero triste.
E anche io.
Ho trovato un pugno di cose belle per questa pagina.
Una manciata, buttata lì, così, senza pretese.

Cose belle:

Una nuova amica che ti regala una gerbera gialla. E capisci subito che voleva essere un girasole, ancora prima che te lo dica.
I fiori di té che si schiudono nell'acqua. Le bolle in superficie, le chiacchiere tutte intorno.
Farsi asciugare i capelli, come una carezza.
Il sole che scalda l'inverno su Milano Bovisa e rende bella anche lei.
Il tramonto sulla bassa, le cascine e le mucche che dal treno non si vedono.
Le nuvole rosa all'alba sopra la collina di Torino.
Un viaggio in macchina mangiando caramelle gommose come una volta. Che sono sei anni ma sembra un secolo fa.
La lingua ruvida dei gatti.
Scendere dalla macchina e sentire odore di mare.
I fiocchetti e le castagnole.
Vedere gli strozzapreti nel piatto e pensare a Fabio, con un sorriso.
Pensare di partire. Sognare Barcellona e ricordarsi quanto è allegra.
La neve a Rimini. Dopo che l'ho tanto aspettata a Torino.
I fiori sul tavolo della sala.
Il verbo persistere.
I canarini che quando vedono mia mamma iniziano a cantare.
Mia mamma che quando i canarini cantano li copre con una tovaglia.
Macinare chilometri. Riscoprirsi in viaggio.
Avere ancora voglia di studiare.
I lupini e le clementine. Che se non sei della Romagna bella non sai nemmeno come mangiarli.
Il bar della Pigna la sera, molto retropolis.
Pensare a due persone che si incontrano e si piacciono.
Una mail inaspettata.
Stupirsi.
Guidare per strade deserte di notte, e scoprire che le conosci ancora a memoria.
Il rumore del mare.
Ritrovarsi a casa, una delle tante, dopo tanto tempo.
Nonostante la neve, il freddo. Nonostante tutto.

Categoria: 

Comments

Ogni volta che li vedo mi viene una gran voglia di comprarli. Ma hai centrato in pieno: non so come si mangino. Mi dovrai insegnare, amica della Romagna bella. :)

Insegno sempre molto volentieri ai forestieri l'arte di sgusciare il lupino!
Fra risate e sputazzi!

Ciao Arianna, sono 34 anni che Carlo prova a sgusciare i lupini ma senza successo e con tante risate....!!!!!!!
invece a Laura piacciono molto e riesce a sputazzare grazie agli insegnamenti del nonno materno....
un abbraccio wendy

Quest'elenco è proprio bello!

Aggiungerei anche 'leggere un elenco di cose belle', che ti fa sorridere e senti la fronte che si distende... e continuarlo pensando agli spruzzi del mare in burrasca, che ogni tanto anche il mare di Rimini sembra voler affermare di essere 'mare vero', e Il sapore di un brasato al barolo, che ti fa chiudere gli occhi x concentrarti su tanto buono!

I pesci che si mangiano i piccoli, quelli no. Però tutto il resto sì. Il mare oggi era vero e azzurro. Mi è dispiaciuto lasciarlo lì.

Ieri, dopo che ci siamo salutate, ho ripensato a quando venivo a casa tua ogni tanto a tradurre qualche versione. Ero negata, io, ma fatte insieme sembravano semplici e familiari. E questo tuffo nel passato mi ha fatto tenerezza. Ero piccola, eravamo piccole: ecco una cosa bella a cui ripensare.

Ci voleva un bel post così..è un inzio per ripartire...

Parole belle... come spighe di grano mosse dal vento..
Brava...un bellissimo post...
un abbraccio ermanno

Ciao Arianna sono Sandro del ristorante Frankie di miramare Rimini ... Ti dice niente..?? guarda qui www.frankye.it.
Comunque oltre le uniche splendide ricette(qualcuna mi sa che te la rubo...),ho ammirato come descrivi quelle cose che per tutti noi romagnoli sono normali, e ci fai venire da dire: "è vero" come se non c'è ne fossimo mai accorti!!!! Continua così a presto ciao da Rimini!!!!

Certo che mi dice.
La piada è specialissima. Anche se per noi è normale.
Basta andare un po' lontani e subito manca da matti!

Anche la piccola Ponyo vorrebbe mettersi in lista per l'elenco delle cose belle!!! A me fa sempre sorridere quando sono triste... :) (e poi...Convinci anche quella pigrona della Luci a guardarlo....a me non mi da retta!!!). Un abbraccio!!

Alla tenerissima Ponyo dedicherò una pagina speciale...