VELLUTATA ZUCCA E PORRI

Visto che continuate a chiedermi ricette.
E visto che continuando a mangiare carote burro e parmigiano non ne ho di nuove...
Ecco qui una vellutata velocissima e buonissima.
Bisogna essere amanti della zucca, ovviamente.

1,5 kg di Zucca arancione.
1 porro grande.
Soffritto (carote, cipolle e sedano che io e Maela tritiamo nel frullatore, mettiamo nel contenitore dei cubetti del ghiaccio e surgeliamo... un ringraziamento speciale a sua mamma per questa idea brillante!)
1 litro circa di brodo vegetale.
Mezzo litro di latte intero.

Sbucciare la zucca e tagliare a pezzi grandi.
Pulire il porro incidendolo a metà a partire dalla base e pulendo bene fra una foglia e l'altra visto che rimane sempre un sacco di terra. (Per le mamme questa cosa sembrerà ovvia, ma facendo un sondaggio tra i venticinquenni, ho scoperto che in pochi sanno pulire un porro!!!). Poi tagliarlo a striscioline.
Porre nella pentola a pressione zucca, porro, un litro di brodo vegetale bollente e sale.
Mettere il coperchio, mandare in pressione e lasciare “fischiare” per dieci minuti al massimo.
Aprire la pentola, frullare tutto con il minipimer, aggiungere il latte e lasciare bollire ancora finché la vellutata non ha raggiunto la consistenza che più vi piace.
Servire con crostini, parmigiano grattugiato e chili piccante!

A me questa vellutata piace moltissimo anche con gli amaretti sbriciolati al posto dei crostini.
Viene molto dolce....

Comments

Io ci metto il latte di riso al posto di quello vaccino. Non è la stessa cosa, ma è un'alternativa per chi ha il colesterolo e/o intolleranze!
Proverò con gli amaretti, bell'idea!

Trucco esotico: anche con il latte di cocco... A san salvario si trova... Ancora più dolce!

Che bella,mi ispira proprio tanto!La versione con gli amaretti la vorrei inclusa nel menù della mia prossima gita Torinese! Un abbraccio

Ti aspetto... Scusa ma leggere anonimo e sapere che sei tu mi mette ansia!!!!

bbbbbbbbbbbbbbbona!!! quando vengo me la fai!!!! :P

Pronta! che a casa mia - nonostante gli usi aborigeni - si cena alle 7...
Variazioni introdotte: ho aggiunto prezzemolo tritato a cottura ultimata, nonché yougurt "straggistò" al 2% di grasso al posto del latte (circa un cucchiaio a persona): quest'ultimo non si trova facilmente in Italia, dove smerciano come yougurt greco un intruglio grassissimo di latte, panna e due o tre fermenti lattici. Però magari nei grandi supermercati si può avere fortuna con le confezioni in vasetto.
Dimenticavo: cara Arianna, non ti avessi letto in tempo, mi sarei dimenticata che nei sotterranei del FRIGOR giaceva appunto un porro che supplicava un suo destino da una settimana(la zucca, nel mio FIGIDER, non manca mai), e soprattutto non avrei saputo cosa mettere nel piatto stasera; quindi grazie!