COMPLEANNO e VARIAZIONE BOLLETTINO DEL RITORNO

In questo giorno un po' triste, il mio compleanno, penso al cielo oltre alla terra.
Al mare che non ho vicino, dove nuotano i pensieri di giorni più sereni.
Il vuoto si riempie lentamente dell'abbraccio degli amici, delle famiglie, di voci che sussurrano piano che, comunque vada, sono vicine e lontane, da sempre e per sempre. Mi aspettano e mi cullano nella carne e nel pensiero.

Il mio rientro in Italia slitta di un mese. Non sono pronta a tornare. Mi sono regalata qualche altra settimana qui. E so che è la scelta giusta. Non aspettatemi, andate in vacanza e mandatemi cartoline. Se non sapete proprio cosa fare, venite a trovarmi. Qui è magico.

D'altronde, almeno arriverò a Rimini nel pieno del casino di Agosto e a Torino, nel pieno della landa desolata e infuocata, non chiedo di meglio, certo che no. Spero di non saltare al collo del primo che mi apostroferà con: "Ehi ragazze che fate sta sera? Si va a ballare!?". Mi farò una flebo di camomilla prima di comparire sul Lungomare.

Nessuno si preoccupi se scrivo poco, ritornerò al corso intensivo di tedesco, tanto perchè alla fine, studiare, è l'unica cosa che mi riesce bene, purtroppo, sono nel mondo sbagliato!

Un abbraccio forte a chi, oggi, mi ha mandato anche solo un pensiero volante.

Arianna

Comments

E' il regalo migliore che potessi farti. La lontantanza spesso aiuta e il ritorno sarà ancora più bello. Assecondarsi, ascoltando il cuore è sempre la soluzione migliore. Un caro abbraccio, Simo

Ricambio l'abbraccio... e a presto, prima o poi.